Arredare l’ufficio operativo è un compito arduo, poiché tutti i complementi vanno scelti con criterio al fine di essere funzionali e non rappresentare un ostacolo ai processi lavorativi. Al contrario devono essere uno strumento che agevoli lo svolgimento del lavoro del singolo e del team.

Nell’ufficio operativo la postazione non deve essere necessariamente di grandi dimensioni, come accade invece per l’ufficio direzionale che è anche di rappresentanza, ma deve essere completa di tutti quegli strumenti utili alla semplificazione del lavoro.

Vediamo in dettaglio gli aspetti importanti dei complementi di arredo che non possono mancare nell’ufficio operativo.

La scrivania operativa

Vi sono diversi modelli di scrivania operativa, ciascuno di essi non offre solo estetica, ma anche e soprattutto funzionalità.

In particolare possiamo distinguere:

  • scrivania operativa singola
  • multipostazione
  • scrivania elevabile (singola o doppia frontale)

Scrivania operativa singola

Arredare l’ufficio operativo con scrivanie singole consente a ciascun operatore di avere un piano di lavoro più grande, intorno al quale accogliere colleghi o clienti, ma anche disporre mobili contenitori “personali”.

Enna scrivania ufficio operativo e per la casa -riganelli

Scrivania multipostazione

La scrivania multipostazione è un tavolo studiato per ospitare più operatori, garantendo a ciascuno il proprio piano di lavoro. Essa infatti è estramamente configurabile per numero di postazioni, forma e dimensioni ed è accessoriabile con pannelli divisori, pannelli fonoassorbenti, bracci portamonitor, illuminazione e tutto ciò che può concorrere alla sua funzionalità.

e-place multipostazione bench scrivanie -riganelli

Approfondisci: Scrivania multipostazione funzionalità e innovazione per l’ufficio operativo.

Scrivania elevabile

La scrivania elevabile è un’innovativa soluzione per l’ufficio operativo. Essa infatti consente di regolare l’altezza del piano di lavoro a proprio piacimento, sia a seconda della forma fisica sia per lavorare da seduto o in piedi.

Questa tipologia di scrivania può essere ad una postazione o a due postazioni frontali, con la possibilità di regolare l’altezza dei piani indipendentemente l’uno dall’altro e di installare uno schermo divisorio nel mezzo.

Inoltre, alcune versioni di scrivanie elevabili sono integrate e gestibili tramite app, grazie alla quale è possibile memorizzare le altezze desiderate. Una funzione particolarmente importante nei grandi uffici in cui ogni postazione può essere utilizzata da più utenti.

scrivania elevabile per ufficio operativo due postazioni -riganelli

Approfondisci: Scrivania elevabile arredo per il benessere in ufficio.

La poltrona operativa

Perché è importante la scelta della poltrona nell’ufficio operativo?

La scelta della poltrona operativa influisce direttamente sulla salute, il comfort, la sicurezza e la produttività degli utenti.

Vediamo perchè.

La seduta accompagna l’operatore per tutta la sua giornata lavorativa. Dunque può rappresentare il principale motivo di insorgenza di dolori fisici ed il conseguente calo della produttività.

Una poltrona confortevole ed attenta ai dettagli concorre invece al benessere degli utenti, rappresentando, oltre che un complemento di arredo, un vero e proprio strumento di lavoro.

poltrona operativa se:motion ergonomica per ufficio e smart working con movimento schienale -riganelli

La poltrona operativa si differenzia dalle altre tipologie di seduta per le sue dimensioni, per le caratteristiche tecniche e le finiture.

Essa infatti, rispetto ad una seduta direzionale, risulta meno ricercata nella forma e nelle finiture, dai rivestimenti alle cromature e plastiche. Al tempo stesso però offre maggiore attenzione all’ergonomia e al comfort. Ecco di cosa ha bisogno:

– uno schienale che dia il giusto sostegno alla schiena, imbottito o in rete, con supporto lombare integrato;

– un sedile imbottito o in rete, elevabile e con traslatore per la profondità di seduta;

meccanismo sincronizzato del sedile e dello schienale per garantire la giusta postura più a lungo e anche durante i movimenti;

– una base con dimensioni idonee per l’antiribaltamento, provvista di ruote autofrenanti;

braccioli, fissi o regolabili.

quarterback seduta operativa con schienale flessibile -riganelli

Approfondisci: Perché acquistare una poltrona operativa ergonomica.

L’archiviazione

Un altro aspetto relativo all’arredo dell’ufficio operativo è lo spazio dedicato all’archiviazione. E’ importante infatti avere posto a sufficienza per poter riporre tutta la documentazione in modo ordinato, così da averne facile accesso in qualsiasi momento.

Vi sono numerose soluzioni da poter scegliere in base al tipo di documentazione da archiviare ma soprattutto in base allo spazio disponibile.

In particolare vogliamo approfondire:

– cassettiere e mobili contenitori;

– scrivanie con mobili di servizio;

– pareti divisorie attrezzate.

Cassettiere e mobili contenitori

La soluzione più semplice e immediata è quella di acquistare cassettiere e mobili contenitori per completare l’arredo dell’ufficio operativo, posizionandoli a parete o centro stanza a seconda dello spazio a disposizione. In qualsiasi momento possono essere agilmente riposizionati o acquistati dei nuovi in base alle necessità.

armadio con saracinesca in metallo - riganelli

Armadi, cassettiere, classificatori, lockers: infinite soluzioni di mobili contenitori dedicati all’archiviazione di ogni tipo di documentazione.

Scrivanie con mobili di servizio

Grazie alle numerose configurazioni dei sistemi operativi è possibile integrare ciascuna postazione con un mobile di servizio “personale” del quale ogni utente può usufruire per archiviare documentazioni cartacee e depositare oggetti personali.

DV802 dettaglio cassettiera per scrivania operativa - riganelli

Pareti divisorie attrezzate

Le pareti divisorie attrezzate rappresentano una soluzione intelligente in caso di grandi spazi da suddividere. Esse infatti consentono di disegnare i “confini” di ciascun ufficio fungendo da muri divisori ed offrendo al tempo stesso una grande capacità contenitiva. In questo modo è possibile evitare opere murarie, ma soprattutto avere una divisione degli spazi non definitiva, in quanto le pareti possono essere smontate e riposizionate sia in caso di riconfigurazione degli uffici sia per cambio di sede.

Parete attrezzata armadio - Riganelli Uffici

Approfondisci: soluzioni per l’archiviazione di documenti cartacei.

Ufficio operativo privato o open-space?

Un ultimo aspetto, ma non meno importante, riguarda proprio la suddivisione degli spazi, dunque la scelta di configurare più uffici singoli o un grande ufficio open space che accolga più postazioni.

Vi sono pro e contro in entrambe le soluzioni, quindi anche in questo caso è opportuno analizzare attentamente il tipo di attività da svolgere al fine di scegliere l’opzione più adatta.

Nell’ufficio operativo privato infatti l’utente ha una maggiore capacità di concentrazione perché lontano da elementi di disturbo come rumori di sottofondo, telefonate dei colleghi, persone che si muovono e comunicano fra loro. Al tempo stesso però viene meno lo spirito di team. Quest’ultimo è uno dei grandi vantaggi dell’ufficio open space, infatti gli utenti essendo sempre a contatto fra loro sono spinti a confrontarsi e collaborare al fine raggiungere gli obiettivi in tempi più brevi ma anche migliorare ed integrare le competenze.

Nei momenti delicati però è opportuno avere un luogo “silenzioso” in cui pensare, un importante dettaglio da non sottovalutare nella progettazione di spazi lavorativi open space.

Approfondisci: L’importanza di progettare le relazioni in ufficio.

Noi della Riganelli progettiamo spazi lavorativi che favoriscano il benessere di chi li utilizza, occupandoci di tutte le aree dell’ufficio poiché ciascuna di esse può rappresentare un valore aggiunto.

Scopri di più sui nostri progetti di Arredo Ufficio!