Una particolare teoria su come aumentare la produttività e la collaborazione in ufficio è basata sulla rotazione delle postazioni di lavoro.

In cosa consiste?

Spostare periodicamente i lavoratori da scrivania a scrivania, affiancandoli a gruppi di colleghi sempre “diversi”, sembra possa scatenare una “contaminazione” di personalità e competenze, in grado di ottimizzare i tempi e le modalità dei processi di lavoro, apportando benessere, innovazione e dunque produttività.

Benessere nel luogo di lavoro

Il benessere nel luogo di lavoro è determinato da numerosi fattori, tra cui l’utilizzo di strumenti idonei, una postazione confortevole con seduta ergonomica ed altri complementi di arredo scelti ad hoc, la salubrità dell’aria, il comfort acustico. Quindi un ambiente progettato per la salute di chi vi lavora.

Nel contempo però il luogo di lavoro è fatto di persone. Non si può dunque sottovalutare l’aspetto emotivo, fattore fondamentale per il vivere bene.

Ecco dunque che entra in gioco la rotazione delle postazioni di lavoro. In questo modo è possibile valutare la migliore “associazione” di personalità per lo sviluppo di team di lavoro dinamici, collaborativi e obiettivi.

Evidenziamo di seguito quattro stati emotivi principali:

– Calmo, rilassato: meno conflitto e rendimento migliore. I lavoratori hanno più probabilità di “catturare” questo stato da parte dei colleghi.
– Stressato, ansioso-Frustrazione, rabbia e ostilità: anche questo stato può essere contagioso.
– Allegro, ad alta energia, come lo stato di calma, i lavoratori tendono ad essere più cooperativi. Ma rispetto ai precedenti due stati, è al terzo posto.
– Lento, a basso consumo energetico: bassa probabilità di essere trasmesso ai colleghi.

Sviluppare situazioni favorevoli per il benessere dei lavoratori consente quindi di aumentare la loro produttività.

l'importanza delle relazioni in ufficio - riganelli

Innovazione nel luogo di lavoro

Se cambio l’organigramma lasciando inalterati i posti di lavoro non si ottiene alcun effetto. Se mantengo lo stesso organigramma, ma cambio le postazioni, allora cambia tutto”.

Con questa citazione Ben Waber – chief executive di Sociometrica Solutions – sostiene che il semplice spostamento delle postazioni di lavoro incide profondamente sull’andamento delle attività, in particolar modo quando lavoratori appartenenti a ruoli e livelli diversi iniziano ad interfacciarsi tra loro.

Ad oggi, molte aziende hanno scelto di configurare gli uffici in un grande spazio open space, senza postazioni di lavoro fisse, in cui manager ed operatori di livelli differenti condividono un ambiente comune.

In questo tipo di ufficio gli utenti sono costantemente a contatto, sviluppando una metodologia di lavoro in rete che si basa principalmente sul confronto e lo scambio di know-how. L’incontro fra i manager e gli utenti dell’area operativa è una grande opportunità per effettuare manovre correttive in tutti quegli schemi di lavoro troppo rigidi che la parte dirigenziale e manageriale dell’azienda può comprendere solo stando a contatto con chi svolge il lavoro.

Ciò comporta senza dubbio una riduzione dei tempi ma anche il raggiungimento di obiettivi importanti.

La diversificazione periodica dei gruppi di lavoro favorisce dunque la messa a fuoco e l’efficienza, apportando un prezioso “plus” all’azienda: l’innovazione.

ufficio operativo per team dinamici - riganelli

Open space e Postazioni di lavoro

L’arredo ufficio gioca un ruolo importante per l’organizzazione della rotazione delle postazioni di lavoro finalizzata ad aumentare la produttività.

Infatti occorre configurare un ambiente lavorativo versatile, per accogliere le differenti mansioni da svolgere, ma anche adattabile alle diverse forme fisiche degli utenti presenti.

E’ opportuno dunque scegliere complementi di arredo attenti all’ergonomia, al comfort ed alla sicurezza, senza tralasciare l’aspetto estetico.

Approfondisci: “Come arredare l’ufficio operativo”.

La tipologia di scrivania che maggiormente si presta a questo tipo di organizzazione è senza dubbio la scrivania elevabile. Essa infatti consente agli utenti di regolare il piano di lavoro a qualsiasi altezza, a seconda sia della statura sia della mansione da svolgere, siano gli utenti progettisti, commerciali, amministrativi o appartenenti ad altri ruoli.

scrivania elevabile con pannello divisorio - riganelli

Approfondisci: ”Scrivania multipostazione: funzionalità e innovazione per l’ufficio operativo

Prediligere nella scelta delle sedute poltrone operative ergonomiche garantirà il giusto comfort a tutte le forme fisiche indistintamente, le quali potranno regolare altezza e profondità del sedile, supporto lombare e braccioli.

Approfondisci:” Perché acquistare una poltrona operativa ergonomica

Il comfort della postazione incide profondamente sull’attenzione e sul livello di stress dell’utente, così come il comfort acustico.

La presenza di riverbero infatti è percepita come un vero e proprio disturbo. Un rumore che costantemente danneggia la comprensione del linguaggio verbale nella comunicazione fra colleghi, rendendo difficili e poco produttivi i momenti di confronto e scambio di know how.

Scopri cosa possiamo fare per rendere i tuoi spazi confortevoli, funzionali ed efficienti: ecco il nostro Progetto Ufficio!